LIMBRANAUTA

Il Funerale della Letteratura!

Categoria: I Grandi Santi Moderni

Dialogo tra Wabi e Sabi, maestri Zen

Wabi: Se ti dessi un colpo di shamishen sulla testa, che cosa diresti?
Sabi: Direi “Grazie, maestro Wabi!”
Wabi: Se ti dessi un tohatsu-tori sulla bocca dello stomaco, che cosa diresti, maestro Sabi?
Sabi: Direi “Adesso tiro fuori la katana, maestro Wabi, e ti stacco quella testa piena di biscotti della fortuna!”
Wabi: Perché prima eri così aderente alla via della saggezza e adesso sei nel flusso del quotidiano?
Sabi: Perché nel frattempo ho finito il sakè e la pipata d’oppio, maestro Wabi!

Annunci

Secondo il Dalai Lama esistono cinque tipi di persone che ti tolgono l’energia.

1. Quello che ti racconta che suo figlio estrae le radici quadrate a tre anni. In realtà sa dire solo “pongo” e quando lo dice indica la mamma.
2. Quello che ti racconta delle sue operazioni all’esofago. Vorresti che un anestesista ti stecchisse per tutto il tempo che parla.
3. Quello che ti racconta cosa ha mangiato al ristorante: “Poi è arrivato un primo di elastici… scusami, astici e poi un sacco di meduse impanè e poi i caparazzoli radioattivi e poi un autobus di balene spiaggiate e poi…”
4. Quello che ti racconta che è depresso e che non riesce a salire in autobus senza la sua statua di Buddha alta tre metri.

Il santo del giorno: Santa Maria Teresa di Batman

“Nasce a Calcutta, ma vive in un loft a Manhattan perché i poveri puzzano. Là fa diversi miracoli: beve sei gin tonic di mattina, spende cifre esorbitanti da Prada. Poi la conversione: si sposta a Versailles. Leoparda l’intera reggia tanto per essere chic e poi stanca decide di costruire in giardino un Mediterraneo portatile. Altri miracoli: ubriaca fradicia prende a schiaffoni George Bush e alla festa dell’Unità dà fuoco alla sciarpa di Bertinotti. Subito fatta beata, diventa santa per clamore popolare (due pregiudicati prezzolati gridano “Santa Subito” alla Fiera di Padova)”

domande dell’allievo Samishen al maestro Goku

Samishen: Maestro, come si definisce la Via?

Maestro Goku: La via è lo zen. Bisogna conoscere se stessi per prendersi un pugnone sul naso.

Samishen: Come si favorisce la concentrazione?

Maestro Goku: L’importante è il creare il vuoto nella mente. Il vuoto è zen. Poi lo si riempie di mobilacci impiallacciati.

Samishen: Qual’è la via delle arti marziali?

Maestro Goku: Cosa dice colui che conosce il suo avversario? La via è lo zen. Se conosci te stesso e il tuo avversario quando ti prendi una pedata sullo stomaco fai “oufff” e poi cadi per terra. La terra è lo zen. Se la tua testa è vuota quando batte a terra fa “tunc”. “Tunc” è la via.

Samishen: Maestro, ci dica qualcosa sulla respirazione.

Maestro Goku: Le colonne sottili sostengono il pesante palazzo. Quando cadi in acqua ti bagni. L’acqua è la via. L’aria è la via. Respirare è utile ma non è tutto. Il tutto è vuoto. Il vuoto è lo zen.

I Grandi Santi Moderni: Wolfram Golfram

L’unico Grande Santo Moderno ad aver costruito una centrale idroelettrica con la sola forza della fede, Wolfram passa la prima parte della sua vita nel vizio. Si gioca tutta la fortuna del padre, costruttore di stampelle, ingrandendo a dismisura la sua raccolta di occhi di vetro. A un passo dal fallimento, il padre supplica Wolfram di diventare un Grande Santo Moderno e trova lavoro come divisore per tre facendo finta di avere una mano di legno. Wolfram, stupendo di Gloria Immotivata, si avvia per il mondo lasciando una scia di profumo e di gratta e vinci usati.

I Grandi Santi Moderni: Galbugliò Paresi

Galbugliò Paresi, Grande Santo Moderno e protettore dei Pornoattori Indagati, difendi le loro pornoazioni quotidiane, aiutali con la mitraglietta, fa in modo che imperversino sullo stage, guida la loro scala pentagonale, riducili a macchiette quando la sera si fa umida, aggiusta loro il galleggiante, frequentali saltuariamente e proteggi i loro tempietti shintoisti.

I GSM: scontro nautico

Nella stessa Love Boat? Nella stessa crociera? Incredibile ma vero! Le Modelle Internazionali e i Pornoattori Indagati! Come due eserciti dell’amore! Si scontrano sul ponte B, di fronte al Kebab Marino! Scintille? Ma certo! I Pornoattori Indagati, frastornati dalle onde, tirano fuori il loro Monopoli! Piantano casette e alberghetti dappertutto! Anche nel gelato alla menta! Stravincono e le Modelle Internazionali si strappano i tacchi delle scarpe! Roba alta dieci metri! E piangono come bambine!

I Grandi Santi Moderni: la battaglia della bontà.

Fustino Orcese, Grande Santo delle Prime Uve, porta al tenzone dieci ciechi e tre zoppetti. Con tre parabole li guarisce e li fa assumere in comune. Per non essere da meno Albo Degliavvocati impana un lebbroso e santifica due ippodromi. A questo punto la battaglia si infiamma: Fustino ingoia una Croce Santa di Cioccolata di tre metri per due mentre Albo si taglia in due con la Spada Santa Uncinata, quella che ha spaccato il cranio infedele di Bordanò Borderliner, dracula casalingo e stagista deluso.

I Grandi Santi Moderni: Fruttosio di Winslow.

Il primo salvataggio nel 1956: Fruttosio, il guard-rail umano, salva la vita a un costruttore di giostre ubriaco. Poi la lunga carriera fuori dalle discoteche a predicare. E’ qui che prende i primi calci in faccia dai giovinastri. Ascoltate, diceva Fruttosio, ascoltate la voce delle maracas, i colpi di tosse di Manuzio! Ma tutto quello che sapevano fare gli ultras era tirargli le bottiglie di birra sulla testa. Dalla sua scaffalatura in truciolato Fruttosio ha continuato la sua opera Santa, meritatamente sepolto a secco dentro alla teca in Santa Maria Maggiore dove sfoggia i suoi ossi e i suoi ossetti per un totale di 826.

Epicurio di Fantomas

Epicurio di Fantomas, dopo un’infanzia passata a lustrare pentole fonda l’Opera Benemerita Marinaretti Sciancati, per aiutare i giovani sfortunati. Per primo adotta il metodo “A Calcioni”, usando il metodo pavloviano del boia chi molla riesce a calmare i riottosi, usando spesso una sedia a sdraio come schiacciadita. Per questo negli ex-voto Epicurio di Fantomas compare con la caratteristica svastica tatuata sulla fronte, oltre al classico 666 inciso sulla guancia con un chiodo.