I Grandi Santi Moderni: la battaglia della bontà.

di limbranauta

Fustino Orcese, Grande Santo delle Prime Uve, porta al tenzone dieci ciechi e tre zoppetti. Con tre parabole li guarisce e li fa assumere in comune. Per non essere da meno Albo Degliavvocati impana un lebbroso e santifica due ippodromi. A questo punto la battaglia si infiamma: Fustino ingoia una Croce Santa di Cioccolata di tre metri per due mentre Albo si taglia in due con la Spada Santa Uncinata, quella che ha spaccato il cranio infedele di Bordanò Borderliner, dracula casalingo e stagista deluso.

Annunci