LIMBRANAUTA

Il Funerale della Letteratura!

Categoria: Diario

Limbranautomatic message: quello che scrive il vostro cellulare quando sta in tasca.

– Bongiovi, possibile prenotare ristorante Antico Puzzo per 89 persone e due alani per martedi alle 3 di notte?
– Buongiorno, il terriccio universale per il cantiere di via San Girolamo Savonarola che mi hanno dato un occhio al papero conquisterà il mondo.
– Salve, questa mattina ho parlato con il Circotogni che non è stato un piacere conoscerti anche se non è possibile avere il numero di telefono per qualsiasi cosa.
– Ciao, la tua macchina è stata inviata da correggere in Albania con il traghetto per la Svizzera, a presto e buon mondiale.
– Ciao hotel a conduzione alternata con il lago nel pagliaio che va di paripasso alle e. Prenotaio di tutto e mail sassighiaia 90 password e Iban invio automatico al mondo, auguri.
– Ciao. Rino. . La ringrazio anticipatamente per la misurazione dei nano pm di tutto il mondo sa il perché dopo la vicenda Mose di un popolo ridotto in schiavitù, Alicarnasso permettendo.
(D&G)

Annunci

Limbranauta megacargo ship

Ecco, era ora!: finalmente ultimata la giganavona che non passa da nessuna parte, anche lo stretto di Gibilterra è troppo stretto di Gibilterra, quindi la destinazione è già dentro così non occorre neanche che smonti.
La prima della serie è quella che non va a Venezia perché Venezia l’hanno messa sul ponte Q col Lido e Brugnaro inclusi.
Dicono che ci sia tutto, da piazza S. Marco coi piccioni con l’ebola e la torre dell’orologio cinese alla Fenice coi sindacati a cottimo e gli orchestrani da parete, dicono che per maggior realismo abbiano affittato veri veneziani cingalesi che fanno finta di andare a lavorare bofonchiando animosamente per la calca.
Non è invece chiara la funzione di Brugnato che vuole essere sindaco del ponte Q ma alcuni lo vedono bene anche come bagnino narcolettico che prende sonno correndo, nell’esercizio delle sue funzioni e giù tutti che ride.
È in discussione l’inclusione di grandi navi nella grandissima nave stracariche di ciabattisti bermudanti per lo studio del turismo frattale /matrioska, NO grandi navi nelle grandissime navi permettendo.
(D)

Milano moda, l’abito fa il mona

A Milano c’è la sfilata di pippi uomo: quest’anno al centro il tema del bagari, focalizzato attraverso l’utilizzo di budandoni a sbrindoli.
L’uomo è graficizzato e chi la fa da padrino è l’optical, con la giacca che fa casino in testa e la braga alla zuava stroboscopica, l’io al centro centralizzato e messo prepotentemente in primo piano dai vorticosi e destrutturanti contrasti delle fantasie neo-suprematiste.
Lui è imbronciato e capolineo, menefreghita e qualunquato, bello e impassibile. Tutto quello che non c’è dentro è stampato per fuori, sul doppiopetto brisée a dodecaedri iperbolici.
Il stilita giappo Fumito Gangia presenta le sue giacche con l’uomo già dentro e quelle dove le maniche sono altre giacche con le maniche che sono altre giacche.
Dolce & Gubana affermano che il trend sarà il cristallo liquido nella collezione disturbing con il completo pixellato stile disturbo del segnale satellitare, per capire cosa indossare risintonizzare il guardaroba col digitale terrestre.
Per gli accessori vogliamo stigmatizzare il rilancio degli occhiali di LancioStory che vedi le donne nude anni 70, le nonne nude insomma. con le ascelle di moquette e la marmotta ìnguinale, ma siccome che adesso le modelle sono già mezze nude gli occhiali te le fanno vedere in paltó di cammello.
(DeG)

La Nasa ha trovato qualcosa su Marte. Telefonare al 555.4729279144

La NASA ha trovato qualcosa su Marte! Facendo i buchi per terra il braccio del Mars Rover ha trovato delle chiavi, portachiavi dell’Inter.
Il Trovarover poi scavando più a fondo ha scoperto tracce di un B&B cinese abusivo antecedente alla formazione della terra.
A corroborare l’ipotesi della presenza di vita quasi intelligente, il ritrovamento di geroglifici, tra i quali uno sembrerebbe dire ”siemo chi lege ”e l’altro ”Antonio Razzi libero”, il che spiegherebbe molte cose, almeno rispetto alla definizione di “vita intelligente”.
Sulla querelle poi su costi e opportunità di un vero sbarco su Marte, ha così sentenziato il fisico degli amari Amario Taverna :”Ma stare a casa no? Eh? È come spendere il miliardo per chiudersi in cantina ma sotto acqua ”. E riguardo la ricerca di vita intelligente? A: “Prima bisogna trovarla qua”
(D&G)

Limbranauta Short gnus

1- Falso invalido cieco ci vedeva benissimo, aveva anche il porto d’armi. Scoperto si è giustificato : “Io sparo alla cieca” ha detto.
2 – Interrogato alla corte di giustizia europea Mark Zuckerberg ha negato il monitoraggio e utilizzo di dati privati da parte della sua azienda. Ha quindi chiesto al giudice se la bambola gonfiabile che aveva ordinato era già arrivata.
3 – Ricorre oggi l’anniversario della nascita del cuoco bielomarchigiano ipodotato Cjauskolo Minuscolo inventore dei famosi cjevapcicip cip (salsiccini di passero solitario) alle erbe di campo santo.
4 – Da uno studio eseguito da due ricercatori dell’Università di Tanford risulta che la voglia di bianchi è localizzata nell’emisfero destro del cervello, quello dedicato all’arte. Si spiegherebbe così perché molti artisti di dedicano con assiduità al culto del tappo corona, ed al contempo e viceversa perché quando sei carico ti vengono in mente bellissime poesie. Che ti sembrano bellissime al momento almeno.
5 – Sì conclude oggi il 101 esimo giro d’Italia, partito giustamente in Israele. I corridori hanno dovuto fare 3 tappe con un pedale solo per risparmiare. La maglia rosa va all’albionico Friss Croome , praticamente l’unico in grado di sniffare omino bianco senza risultare positivo all’anti doping, intervistato ha dichiarato :”fssshhhPLOP Pllllikk ploooopk ” emettendo enormi bolle di sapone. In realtà era positivo al Ventolin, quello per l’asma: “No è che se fai puf puf con la pompetta ti dai le spintine…la metti sopra la testa al contrario e fai puff… E via come un razzo!” – ha ammesso il ciclista.
6 – Nuove frontiere del porno: sul portale YouPorn, quello che tutti i dipendenti comunali conoscono bene, il nuovo trend del porno estremo sono le radiografie, (gettonatissime anche le risonanze magnetiche); ortopantografie dentali, fratture scomposte e altri dettagli intimi riscuotono il top dei clic, in rimonta anche le ecografie, le foto di eczemi e le colonscopie in coloncinescope Dolby surround.
(D&G)

Le prese per il culo storiche – pt. 25

“Gdpr, le novità in tema di privacy del nuovo regolamento europeo:
il 25 maggio entra in vigore la norma di protezione dei dati dei cittadini comunitari. Ci tutela, quindi, sia quando siamo in Italia o stiamo viaggiando nel resto del continente, sia quando siamo fuori dall’Europa.”

In caso chiederò scusa come ha fatto Zuckerberg, no?

Limbranauta al salone del mobile.

All’evento meneghino il tema è la mobilità (lo giuro non è colpa mia lo hanno detto anche in tv): benché controverso, l’argomento tratta la nuova concezione del mobile nell’epoca della mobilità a tutti i cost , Low cost, cost quello che cost. Quindi il mobile mobile, quello che ti carichi sulla schiena per sentirti sempre a casa , come l’armadio a specchi a 4 ante da campeggio ad alta quota per il cambio estate inverno in parete. O la cassettiera multitasking coi cassetti pieni di cassetti, e la cucina subacquea coi fornelli a induzione atomica per i vostri brunch in immersione.
Ma anche a casa tutto si muove , i mobili non più immobili vanno dappertutto, tanto che finisci per cagarti addosso perché ti sei dimenticato dove hai messo il cesso, anzi dov’è andato il cesso, che essendo dotato di a.i. (antelligenza irtificiale) anticipa i tuoi spostamenti posizionandosi in cantucci dove non passi da anni.
Per chi cambia casa ecco i trumò 4×4 con motore hybrid e frenata assistita, e l’armadio anfibio con provviste per 10 giorni e razzi di segnalazione.
Ultimo grido dei disagner il ricorso a materiali poveri: Rutto Fuksia ha disegnato il comò in balle di fieno, mentre Recchio Piatto presenta il letto di mortadella, fa un letto e mezzo che faccio lascio? Rem Kolgas stupisce con la sua La poltrona di uova di quaglia che se ti siedi fai una frittata, anzi fai Zabov, e Asiago Calabraga con il cappello cappa aspirante, un po’ ingombrante ma ti permette di cucinarti i bratwurst fumando un Montecristo (o il contrario ) anche in autobus con abbonamento a parte. E che dire delle scarpe “Loft”, da 5 mq, che hanno a sinistra la zona giorno e a destra notte e bagno? Un sogno realizzato insieme alla cravatta a 2 piazze in kevlar, buona per fare deltaplano, e all’elastico dei budandoni da bungee jumping, che ti vanno le balle al posto delle tonsille però diventi famoso su Insta Gramsci Pori.

D&G

Limbranauta : affari a 4 ruote

Inauguriamo la sezione annunci per fare affari ai ferri vecchi.
– Vendo ricambi Fiat Panka autoribaltante : n1 frenulo a Manulo, set di interni in cactus, n1 specchietti in ebano total Blind, n1 clacson a gola, n2 carburatori a carrube, volante di ortiche e cilindri a scoppio ritardato. Tel. ora letale.
– Vendo Mercedes Camorra, albero a canne mozze, sfinterogeno a vene avviamento automatico a miccia corta start and Buuum , interni autocombustibili in pelle di Corleone marino.
– Il suv Troyota hybrid 50% a idrolitina e 50% a carrube. La macchinina è a lettrico con 100 km di cavo. No rotonde.
– Vendo palo per laptop placcato einstenio processone a 3.2 giganteschi herz, memoria labile a 64 bitcoin, disco qualche volta rigido qualche volta floscio da 1 thanathon, connettività ‘WhyLess?’ in fibra di vetro, mouse addestrato sa fare i saltini e corre a 37km/h sulla ruota. Lo so che qua vendete macchine ma D’Este mi ha detto che va bene lo stesso.
– Permuto Fiat Molesta , quella che fa tutto lei, con sistema đi auto parcheggio impilabile e autoguida obbligata che va dove casso vuole anche se bestemmi che non vuoi.
Una volta sono finito sui giornali, l’articolo diceva : “Sì addormenta in auto e si risveglia a Oslo. 45 enne dimentica auto pilota inserito – devo aver farfugliato qualcosa in finnico mentre dormivo – ha spiegato Marco Tedesco, salvo grazie al frontale contro un igloo non mappato”.
Ecco farei cambio col furgone ”figlio dei fiori”a metano autoprodotto col culo che ti basta un pieno di fagioli, o in alternativa con un tagliaerba maclaren, è uguale.

(D&G)

Limbranauta : il Pienitaly.

È l’evento glù, glù glù glù se ti impegni, è il festival dei pieni, è il circo dei cotti dall’uva, il biglietto è comprensivo di TSO se ne esci vivo.
All’interno, oltre all’assaggio dei vini di tutta Italia, si potrà partecipare alle gare di cirrosi a squadre e buttiglioni staffetta 4×200 cl.
All’inizio fai il serio, ti dai un contegno, assaggi il Nebbiolo Delle Valanghe e lo sputi come vorrebbe la prassi, poi te ne fottiti e bevi tutto come tutti, c’è anche il pienologo che ti spiega dei solfìti e contro solfìti ma tu lo sai, lo sai di tappo e già blateri millesimato in tutti i dialetti punici al contrario, che per capirti ci vuole l’esorcista che ti battezza con l’acqua santa e cynar.
Per voi ci siamo fatti il fegato alla veneziana, abbiamo assaggiato l’Italia dal Cavernet Frak al Sassighiaia attraverso il Frugolino (da vera uva frugola) e la malvasia è strana.
Da sottolineare la presenza dello stand del vino biologico non filtrato idrolizzato da agricoltura biofotonico quantistica che sa di lacca ma ti livella il taccuino, sa di tappo ma di sughero biologico. Tutti vini da centellinare rigorosamente con gambe accavallate e pipa a neutrini.
Lo scravasso dei bianchi è cominciato dal nord col Gewürstel Tremine Del Subtirolo, vino aromatico con retrogusto ai frutti di boscolo, per proseguire ad est col Pienot e a ovest col Barbera d’Astice, col Lusco e Lambrusco di Romagna, lo Schianti e il Budello di Pietrelcina dopvgpf, i vini de li castelli che loste cià messo l’acqua, e tutti quei vini del nostro Meridione con gradazione in Kelvin. Insomma ci siamo presi una Cannonau.
Del ritorno di solito non si ha memoria e si cerca di evincerlo dalla mappa degli ematomi che normalmente rivela un presumibile percorso a rotoloni su mine come nei film di stanlio è ovvio, dove alla fine torni a casa sì, ma di un’altro. Dalla cronologia di gogol risulta una spirale a braccia quadre, una greca ridondante, più un nastro di Moebius. Certo è che ti addormenti sul pianerottolo prebarbonizzato sognando cori degli alpieni che intonano Ta Pun, Ta Pun. Ma forse quello è il rumore che fai cadendo dalle scale.
(D&G)

Limbranario orientato.

In Cina , terra dei sinonimi contrari, è tempo di futuro passato, il processo di evoluzione involutiva è completo, la nemesi sistemica è culminata nell’ossimoro sociale creando la figura dell’imperatore comunista. Dopo essersi democraticamente auto eletto presidente a vita, Gin Gin Pin ha dichiarato che dio non esiste e che a camminare sull’acqua e cynar è buono solo lui.
Alla cerimonia autocelebrativa dell’auto insediamento Gin Gin si fa gli autocomplimenti stringendosi le mani e dandosi le autopacche sulle spalle. Il parlamento applaude spontaneamente a comando e in sincrono tranne uno che sbaglia e viene liberamente deportato in Gonorrea del Nord dal suo amico King Kong Uuhu (dittatore salmistrato) come Parente Di Scorta (quelli veri li ha quasi finiti sacrificandoli all’altare della sua ben nota battaglia per il rispetto dei delitti umani ).
In occasione dell’evento Pechino è stata gentilmente evaquata come misura preventiva di eventuali eccessi di entusiasmo.
Dopo la ”rivoluzione degli ombrelli” di Hong Kong, provocata dai maleducati che pretendevano libere elezioni, Gin Gin Fizz in nome del progresso e della libertà ha detto che farà le elezioni a nubifragio universale dove tutti potranno liberamente votare durante tifoni e uragani forza 5 in bermuda e tacchi a spillo.
Il negazionismo di stato verrà festeggiato con l’annuale carcerazione preventiva delle fastidiose madri di piazza tienanmen all’approssimarsi della ricorrenza prima che protestino per qualcosa che non è mai successo.
L’analista di stato Cho Hunp Loblemin ci spiega che il comunismo turbo capitalista è bello, e che la Cina è il paese dei balocchi…, no scusa , dei tarocchi , mmm no dei balocchi tarocchi ecco, stanno tutti bene grazie alla felicità di stato che ti consente di spazzare le autostrade contro vento fino a 80 anni. Ma va bene così l’importante è il risultato, 1-0 a tavolino.