LIMBRANAUTA

Il Funerale della Letteratura!

O tempura o mores

La scomparsa di Venezia fu dovuta a cause essenzialmente endogene. Nel corso dei decenni la città aveva perso via via il suo senso di polis, il suo essere comunità produttiva aveva ceduto ai facili guadagni provenienti dal commercio del proprio corpo di pietre e acqua salsa. La speculazione sul costruito portava alla cessione di ogni bene immobile, e come in un turbine la popolazione di trovò spodestata del suo territorio per sua stessa colpa. I sopravvissuti millantavano il proprio lignaggio ma erano di fatto servi alla mercé dei conquistatori, dei Lanzichenecchi riversati a milioni con ogni mezzo di trasporto, voluti e odiati al contempo, che in breve tempo resero la città quel cumulo di macerie che oggi stiamo visitando viaggiando comodamente sul Bruco-Mela del parco giochi.
Prossima tappa dello studio socio-storico sarà Amsterdam, dove uguali cause esogene stanno producendo identici effetti disfunzionali, con la sola differenza che almeno là i milioni di despozzenti telecomandati dai cellulari sanno dove sono e perché, almeno i primi 28 min. che precedono l’inevitabile putantour derattizzati dalle psillocibe .
Delenda Carthago, Belinda Carlisle.
Con tutti i Filistei.
(D&G)

Annunci

Le prese per il culo storiche – pt. 25

“Gdpr, le novità in tema di privacy del nuovo regolamento europeo:
il 25 maggio entra in vigore la norma di protezione dei dati dei cittadini comunitari. Ci tutela, quindi, sia quando siamo in Italia o stiamo viaggiando nel resto del continente, sia quando siamo fuori dall’Europa.”

In caso chiederò scusa come ha fatto Zuckerberg, no?

Ecco perché

Ti aspetto da cinquemila  anni
Ti ricordi il vento sulla ziggurat?
Beh , non è cambiato niente,
Siamo sempre uguali
Con dio e tutto il resto
abbiamo ancora paura del buio.
(D)

Limbrarchitettura 2018. Per fortuna ci sono gli architetti.

La Bianale Architettura 2018 è curata da due babbione come non se ne vedevano da tempo. Titolo della mostra: “spazio perso, a chissà cosa cazzo servono questi qua vestiti tutti di nero”.
Vedette dello show l’architenchiu Balengo Khol Bhotto , quello che ha inventato i tubi innocentro, fatti di mollica, che quando l’impalcatura crolla mangiata dalle formiche dice”non sono stato io, sono innocentro, innocentro niente lo giuro”.
Tyron Asberla detto Ken beve gli amari live: gli schiacci la schiena e lui alza il gomito, per questo lo chiamano il Ken dei Amari. Cosa ci faccia alla bianale non si sa, però è amico di tutti, tutti quelli che gli schiacciano la schiena.
L’architettura lardellata incontra il gusto col guru delle tensostrutture agropiccanti e il dormitorio groviera coi loculi nei buchi, per riposini stagionati 24 mesi, piccolo sovrapprezzo per i piu arditi che preferiscano la versione erborinata o al tartufo.
Grande risalto, al padiglione koreano, per la casa da 50 megatoni, ricavata nel silo di un razzo intercontinentale non dismesso, con possibilità di lancio da parte degli occupanti. Il bottone di innesco è quello vicino alla luce del bagno.
Guést Star Asiago Crollatrava col ponte concavo fatto di Galatine e succorizia che mezzo lo fai sotto acqua con le bombole, ma anche senza quando sei ben allenato (come dice lui).
(D&G)

Un’altra cosa

Non parlo perché non ne ho voglia
E perché tutti capiscono
Un’altra cosa
Leggendo dietro e di sguincio alle parole direi
Forti dei loro pregiudizi
Ma come biasimarli
Nessuno te la racconta giusta
Non ti puoi fidare
E le parole non sono la realtà
Neanche la realtà è la realtà
Dopotutto
Come l’eco della caverna che muore
Abbandonando ogni senso
Lasciarsi attraversare trattenendo il necessario per sopravvivere
Aspettando che la poesia ti cada sulla testa.

Prepararsi alla maturità: la versione di greco del 1982

Poiché Pisistrato essendosi danneggiato da solo restò in piazza (perse tutti i capelli) fu portato sul carretto, e incitava pure il popolo come essendo stato macchinato (passato sopra con un Suv) da parte dei nemici a causa della sua attività politica, e poiché aveva molti che si agitavano e che gridavano, Solone giunto vicino e anche appropinquatosi disse: “a brutto fijo de Ippocrate, n’hai capito na emerita de Ulisse : ce stai apijá ppe scimuniti, a me e laltri concittadini, con le quali, in giro ce meni, che te danneggi da solo”.

Ohne titel

Non ho tempo
Di piangere , di guardarmi addosso
Non ho tempo
Di avere ragione , di tessere la nebbia , fallo tu ,
Io non ho più tempo ,
Pensare è un lusso che non mi posso permettere.

(D)

Occhi di speppia

Questi cocci agucci
Cosaltro è sennò la vita
Se non sorseggiare
Lungo il muro assorto
Dalla bottiglia palido
Come un morto
Sepeluto nell’orto

E. Montasio

Limbranauta energie alternative.

Le palle eoliche sono una nuova fonte di energia co-ionica verde bile allo studio presso il Centro Occidentale Internazionale per la Ottimizzazione Naturale degli Interventi (C.O.I.O.N.I), in grado di generare Megawatt direttamente proporzionali alle incazzature: come le pale stanlio-eoliche, le palle girano producendo energia a bestemmie irripetibili. Tutti gli operatori cattolici sono forniti di otoprotettori. I vantaggi sono evidenti: infatti funzionano anche in assenza di vento e soprattutto col brutto tempo, basta che dici BERLUSCONI o Renzi e alcuni degli addetti posti in batteria producono energia anche per 6 mesi; altri si buttano in acqua e diventano aliscafi, e per questa variante si stanno valutando applicazioni in cooperazione con Uber.
La centralina a morti cani invece ricava energia menefotto-voltaica da individui saprofiti, con la stiva carica di parenti defunti opportunisti e dalle caratteristiche canine (subito definiti scherzosamente, dagli addetti del team, “MortiCani”).
Sono questi personaggi i generatori, quelli che ti fottono il parcheggio appena arrivati mentre tu son ore che giri, allora smonti e gli ficchi lo spinotto dell’energia menefottovoltaica in culo e fai il pieno. Si è anche pensato a grandi generatori menefottovoltaici: i bidonieri furboni sono posti in serie entro cubicoli e vengono forniti come esca di accensione alcune decine di euro a ciascuno per cercare di raggirare i vicini.
Tuttora al vaglio il generatore a tanfo killer che si carica coi scagi (ascelle) inaccettabili e/o coi piedi fuorilegge da Reebok.
(D&G)

Alla deriva

“Io non mi occupo di altri tronchi”