il semaforo

di limbranauta

uno e trino,
decisionismo divino
tetragono di certezza
non ammette debolezza
tu sì, tu no, tu se voglio
con tre colori
ti cancella l’orgoglio
motore immobile perfetto
esige rispetto
al semaforo nessuno obbietta
non puoi dirgli
vado di fretta
ha un sacco da fare
tutto il giorno
a strafficare
e l’amico estintore
costretto a guardare
da anni represso
in se stesso compresso
un’esistenza futile
aspettando il momento
di essere utile
a noi comuni mortali
che di fronte al semaforo
siamo tutti uguali.

(D)

Annunci