Prestami una poesia

di limbranauta

Serata indimenticabile alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice.

L’interpretazione ci ha dato emozioni insospettate, una nuova visione di testi che evidentemente hanno vita propria. Un po’ come guardare tuo figlio cresciuto che ti dice che si sposa, credo. Emozioni fortissime, vere. Senza aggiunta di zuccheri. Crediamo che il teatro dovrebbe essere soprattutto questo, un testo portato alla luce da un interprete che resta in filigrana. Il solito quindi. Si, dovrebbe.

Annunci