Al freddo

di limbranauta

guadando incoscienti l’inverno
ammanettati ai ricordi
l’esistenza si sbriciola in attimi
levigati dal tempo
ma tu non svegliarmi, non farmi parlare
adesso non posso, sono troppo stanco,
forse più tardi quando sarò bianco
forse più in là, nevicandoci addosso.

(D)

Annunci