Arazzo

di limbranauta

il tempo cola nell’umore molle
dell’afa fangosa e gravida
lo spazio sazio
trabocca e muore
non più tempo né spazio
per l’apollo satollo
solo lo squarcio pietoso del tuo sguardo
mentre fuggi da me
come un petardo

(D)

Annunci