Limbranauta spaziale: ultima frontiera

di limbranauta

Le recentissime immagini trasmesse dalla sonda gonfiabile alla banana Bhubble Gum 9 hanno permesso l’identificazione di un nuovo esopianeta abitabile vicino ad Alfa Centerbe, denominato Fernet-1.
La notizia è stata accolta con tripudio dalla società scentifica dei birroni orbitali che ha subito organizzato una raccolta fondi di carciofo per organizzare un tentativo di esplorazione umana e testare la possibilità di sopravvivenza nello spazio con una dieta a base di cynar, quale sarebbe quella possibile sul nuovo pianeta viste le sue caratteristiche.
Dalle prime analisi spettroscopiche Fernet-1 appare infatti composto per gran parte di amari, che potrebbero trovarsi anche ben ghiacciati ai poli, mentre le sue due lune digestive, Branca e Braulio, risultano influenzare il fegato ingrossandolo con l’approssimarsi del perigeo bisestile.
Per la prima spedizione si è pensato ad un manipolo di arditi supercollaudati cirrotici della seconda brigata alpieni della Julia (intesa come grappa), scelti in base al grado di idrorepellenza.
Capo missione è stato nominato quello che alla parola acqua è partito con la melona e ha fracassato la cattedra sulla testa degli esaminatori; si è dovuto subito sedarlo con sei cartoni di Zabov, che sebbene caldo lo ha riportato alla calma.
Elon Musk si è naturalmente dichiarato entusiasta della missione, e ha incaricato il suo team di tecnici della progettazione di un razzo vettore alimentato a uvetta sotto spirito.
In alternativa potrebbe venire usato il fegato ingrossato del copilota che sviluppa più newton di una portaerei e ormai va meglio come carbonella che come fegato.
(D&G)

Annunci