Limbranauta mastersief

di limbranauta

I giudici: Karl krukko, salsicciaio teutoniko plurisbiellato inventore dei krauti esplosivi e della cucina con le bombe a mano, proporrà le orecchiette in trincea (quelle col filo spinato).
Antonone Canovaccio cuoco cannibale, quello che se sbagli ti mangia un braccio, quello che ha mangiato Bud Spencer e olio senza st’allio, quello grosso come un boiler condominiale, proporrà la sua famosa zuppa di ulne cinerarie.
Tofu Futo, sief nippoatesino fautore della cucina virtuale, quella che ti siedi a tavola col tablet davanti, lui ti manda le foto dalla cucina e tu lecchi lo schermo, proporrà i gamberoni instagramsci ai mega pixel. Photoschioppati.
I concorrenti: alle eliminatorie i concorrenti dovranno tagliare 6 kg di cipolle in 30 secondi. La metà è tornata a casa senza dita, altri senza occhi, i superstiti vanno direttamente in finale a Medjugorje.
Il primo dei 3 finalisti stupisce Karl Krukko con un megacanederlo da bowling coi buchi per le dita in salsa molotov.
Karl: “Prafo kakkio, mellio ti mio famozo gulasc lakrimogeno , prafo ti azzumo in mia cuzina bunker!”
Il secondo, l’italiano Paolo Paolonespoli, propone neutrini in brodo con polpette spaghettificate al nero di secchio, con garnì di DNA sardo e caramelle caramellate.
Lo sief plurispellato Antonone si complimenta con manate sulla schiena, Paolo Paolonespoli perde i denti per terra e sviene. Antonone : “Bbravo guagliò, hai fatto bbuono. E lo chiude in frigo a frollare.”
L’ultimo concorrente, per sbalordire lo scef virtuale Futo, si fa un selfie con un piattone di spaghetti al buco nero di seppia sulla testa con sfondo di anelli di Saturno fritti in olio di aracnidi. Futo non apprezza e gli toglie l’amicizia su feissbum. Tofu: “No gai capisci un cazo ti scanzelo la memory de lard disc, ti esplullo dal grupo, Te desfo i megaprixel @.# njorant. #tyoppoi. E gli rovina il profilo con un pugno di mosche.
Vince questa edizione il mega knodel killer col peso specifico del nucleo di Giove, i giudici commentano “se lo ha merittatto, questo ci ha una mela marcia in più”

Annunci