Come scrivono i grandi scrittori: Mario Puzo

di limbranauta

“Picciotto, lo sciogliamo negli acidi il picciriddu? Ce famo bere na buttija de acedo murieteco? Ce sparamo co le canne mozze sull’intesctino tenue? Lo facciamo magnà da le scrofe laureate in iconomia i commeccio? Lo taccamo pa l’urecchi a la tur effèl della minghia? Ha parlato cioppo, el picciotto. Bisogna de destrutturallo, come famo a tollierlo dai zebedeis? Ce sparamo cu il antifiamme? Che damo na tritata ner frulatore de la Zimental? Intanto sparace in un oregghio, che ce lo togliamo dalle zeppe, che ha parlato quando che doveva stà zitto, er furbone, sai che schioppo ne li scervelli? Sparali co er canoncino antiaereo, che magari buttamo giù puro du F104. Sparalo subito, ché sò stanco de discorsi.”

Annunci