Limbranauta Leaks: telefonata di minaccia mafiosa

di limbranauta

“Aò, te stò a sbuzzicà le trippe se no sganci li sordi… Aò, me stai a sentì? Te strappo le santebarbere… credeme, te lo ggiuro che te reduco le empalcature a ragù, te smangio le cartelagini, me senti? Nun stà affaffurbo, te porto en cemetero sullo scheitbord, te rembalzo en tomba che neacche fai attempo a dì bah… chettecredi, de parlà co ‘na mezza bertuccia? Te faccio piatto, scemo, te mando nella quinta dimenzione, me senti? Aò, sto apparlà cottè, nun me fa scomodà, che sinnò te strappo li mitocondri, te strappo…”

Annunci