A Stevenson

di limbranauta

Tu che hai scritto quell’orrbile storiia
dell’uomo che si rompe in due
e diventa un diavolo, e rimane un angelo.
Tu hai detto a tua moglie morendo di ictus:
“Questa non è la mia faccia, non è la mia
faccia!”. Eri in cucina, e tua moglie
tagliava le uova. E d’altra parte,
chi ha la sua faccia? Tu? Oppure tu?
Sconosciuti a noi stessi
nello specchio ci guardiamo.

Annunci