Rencio Piaggio e la Sostenibilità

di limbranauta

Il quartiere Le Albere didietro e Le foglie per terra.

Bell’intervento sostenibile di Rancho Pancho in Trentino a pochi metri dal fume Adige: il genius loci stavolta gli ha suggerito all’orecchio, essendo in presenza di una falda acquifera a livello suolo, di scavare per due piani , in un’area di circa quindicimila metri quadrati, per fare due piani di un gigantesco parcheggio interrato sotto il nuovo insediamento molto sostenibile quanto speculabile di recupero di un’area dismessa da ricucire, solito, al lembo esterno della città. Il lembo interno, come tutti i centri storici mezzo disabitato, non gli dice niente a nessuno. Questo scavo ha tenuto in funzione un sistema inconcepibile di pompe e condotte che sparavano nell’Adige la melma sorbita per tenere tutta l’area in asciutto per più di un anno; le pompe erano alimentate dall’energia prodotta dalla masticazione delle ciunghe degli operai. Per fare in modo che la ciclopica vasca di cemento non venisse eiettata su Marte dalla pressione di falda, il Santo E Sostenibile Renzo ha fatto gettare una platea spessa da un metro a un metro e mezzo, per un totale, a spanne, di circa 20.000 metri cubi di sostenibile cemento armato additivato con impermeabilizzanti, più altrettanti o più per i piani in elevazione. Però ha messo sui tetti un sacco di pannelli solari al cilicio, tempo di deperimento inferiore a 20 anni, sistema di smaltimento? Boh. Vai Renzo, il pianetone è con te. E con il tuo workshop.

 

27/05/2012

Annunci