serata in discoteca con ugo foscolo

di limbranauta

Tra ombre e compresse
co un frontale mi pianto
sui cipressi.
E’ la volta che resto duro?
Immacchina co altri zombi
che parleno come animali
ruttamo le lasagne
e nun c’è verzo caro amicho
de toccà le zeppe alle cubiste

Annunci