Si sta come le foglie

di limbranauta

Vorrei che tu fossi con me
mentre guardo i due alberi gialli
ma poi tu diresti e allora?
e dovrei spiegarti per un’ora
che è un caso strano
questa mancanza di vento
che ha lasciato le foglie
mummificarsi indisturbate nel tempo.
Dovrei stare là a raccontarti
come sono speciali,
come sembrano fuochi artificiali,
come questo cortile fatiscente
li renda simili ai gioielli
di una vecchia cadente.
Dovrei parlare per un’ora,
dovrei dire “benché” e forse “tuttavia”
soltanto per ottenere il sorriso
di una che non vede l’ora di andare via.

 

04/12/2004

Annunci