Come inizia il best seller del mese #1

di limbranauta

“Erik Wilson ascoltava i colpi di kalashnikov, come faceva ogni pomeriggio. Lo teneva sotto al letto, difettoso, e non si decideva a farlo aggiustare. Oltre alla finestra una bella giornata norvegese, fatta di iceberg e filettature industriali. Due giorni prima Erik aveva sparato al presidente, e adesso si gustava le meritate ferie. Sua moglie, Olga, era attaccata a testa in giù sulla sbarra per gli addominali. Avevano appena fatto colazione, le solite cosucce: stoccafisso e miglio tritati, due birre gelate da due litri e un bel cucchiaione di fibra. Sua moglie, Olga, aveva un proiettile a un centimetro dal cuore, inoperabile: ad Erik era partito un colpo mentre puliva il kalashnikov.”

Annunci