Come un guanto – Parafrasi #2

di limbranauta

ci faccio, dico,ho magnato ‘na cosetta
ma no di quelle che dici tanto tanto, nooo,
un piattello fine, di quelli che mi piaciono a me,
co stile. Salvo Ipevisti ci torniamo pena posibile.
Me frega naccidente de gente che parla, carte che camina,
sbuffoni che si ritengono solo dei gran cafoni col
puzzo al naso, tutti ideologi, che nicchiano che no
vogliono a parlare de calcio, de che brutto tempo,
de a machina, dei poblemi economici, euribor e compania.
Ahh, te pensi che sei melio te di me perchè fai l’untoso
e presioso, ma diventi vechietto nella poltrona col pleid
mentre che io ho fatto sbum-surfin contro le rocce a paramacara..
insomma paibo, ho fatto Ban! col lastico taccatto ai pè,
mi ho rotto tutta la mandipola sul palo con la moto;
ho vissuto cacchio!
E lui matusa a rimuginare, nell’ospisio dei povari,
e io col mio ferari, BAnnn, sul guardarail a 300 allora,
come james Din. Chi è che à ragione all’ora?

Annunci