Conclave

di limbranauta

Scaracchi, siringhe di insulina.

I vecchi porporati si trascinano

nei lunghi corridoi, di mattina.

Flebo, catetere, trapianti.

Ci vuole un papa nuovo

Dopo i funerali e i pianti.

Letti coperti di polvere,

camere piene di ragnatele.

Rossi i mantelli, come vele.

Ruga profonda, vena varicosa.

Votare per lui? Ma sta morendo!

Meglio così. Il ricambio è buona cosa.

Sussurro di ossa, raucedine, enfisema.

Una riunione di morti, di salme stecchite.

Il parkinson regna, , la mano trema.

Annunci