Commenti dei nobili italiani al matrimonio di…

di limbranauta

Magnaccio Alesso di Gardo: “Sembrano quelli fossili, quelli che trovano sotto aceto. Sono due babà. Couperose estesa lui, capelli anni settanta lei. Una bella coppia, insomma.”

Piffo Gradenigo in Conserva: “Perché tanta sorpresa? Le due salme se la gianduiavano da un po’, lo sapevano tutti. Li trovavavano spesso a palazzo, che rotolavano giù dalle scale, che cercavano di togliere i pantaloni ai camerieri. Si tiravano i pezzi di santonorè, i due pulzelli. Era logico che andasse a finire così”

Vittoria Wizzo-Sprizzo in Courmayeur Maggiore: “Ho avuto degli antenati boia, non c’è dubbio, eppure gioisco alla notizia. Sono felice per Camilla, una soddisfazione per una a un passo dalle esequie. Dice che ha sessant’anni ma non credo: era già vecchia quando io giocavo a clic-clac, quelle palline che ti arrivavano sulle tempie.”

Gelato Boyfrend Bonifacio, discendente di Bonifacio Noncelafacio (Pio I) “Grande cavallerizzo, quel Carlo. Ricordo che abbiamo dovuto tirarlo fuori da sotto a quel cavallone e lui era completamente foderato di fango. Ha detto una frase che ho ancora nel cuore: bargh. Si merita quello che ha trovato.”

Borgomandrone Locatelli-Santasede: “Ci siamo fvequetati a Londva, ho scopevto la gande famiavità che aveano con li altvi poltvoni. Pev questo ho ammiato a lungo le gambe stecchite di Cavlo, gambe che a lungo sono state il top del tvendy. Mi sono meso in gesso due mesi le mie belle gambotte per otteneve un visultato, ma niente, le gambette di Cavlo sono… sono assolutamente il top.”

Annunci