A proposito di Frank O. Gehry

di limbranauta

Siamo rimasti sorpresi, la prima volta, di fronte
al supremo intorcolamento di forme lucide.
Ne è uscito un sincero “oohhh” di ammirazione.
La seconda l’abbiamo riconosciuto subito.
Poi un suo museo è finito in uno spot,
roba da divi, credo mai successa ad un architetto.
Ma addesso perchè continui a dire sempre la stessa cosa, Frank?
Sei rimasto prigioniero della tua libertà, Frank.
Sembri uno di quei bambini che quando
stai al telefono ti tirano le braghe
chiedentoti una volta al secondo la
macchinina gialla.
Dai Frank, non vedi che siamo occupati?

Annunci