Albano Americano

di limbranauta

Mi chiammo Albano Americano peccè fin da bambino mi ho tanto appasionato al Visplesli, co tutto che ci dava di fiancata che sbulinava a mulino. E quando che ullava alèbabalubbaalambembò? Nun ci credi nianche, non ci creddi… mi sono pittinato tutto bello bello che ho fortuna di averci tuti i capilli seppeqquello e me so puro coprato il vestito de lumicchi, quelli che brillabrilla te stoccono li occhi e deli scarpi puro ci ho, hoccoprato quilli blu, che nun ce devi da montacce sopra osinnò te spegno il capimento. La chitareletttrica cell’ho, e commennò? Sto tutto là a rimuginalla co amplglifigatore che me paro dio me strafummina. Ho fato i provetti pa entracce a Sarremmo, ci ho pesentato il mio composiziono “Sto a frizionà il roccorolle” ma sti quattro micocefali me hanno scoppolato, me hanno, li possino sti… ma tornamo al Viscplescli, lui si che ci dava e via! colpo di anchia e mano sul coso e tutte le regazzette che si trappavo i cepilli… lui sì che era un vero… lui era Svischhpleiscli, ecco chi era.

Annunci