L’uomo sul soffitto

di limbranauta

l’uomo alla rovescia abitava sul soffitto
per tutti era girato
ma lui si sentiva dritto
nel mezzo come un fiore
stava il lampadario
mentre sul suo soffitto
pendeva il televisore
non era un gran lavoratore
sonava il clarinetto
questo sì con gran fervore
per il resto pareva inetto
vestito da straccione
dall’alto lo guardavano
cattive quelle faccione
ma lui era felice
senza soldi nè doveri
nel suo cielo aveva fiori
e non nuvoloni neri

G. Rodari

Annunci