The Skull (1952) – Philip Dick

di limbranauta

 

Di cosa dovrebbe preoccuparsi un uomo che potesse tenere il proprio teschio in mano?

Un Amleto con la risposta ai suoi dilemmi, il protagonista Conger, assassino prezzolato, scopre davanti alle sue ossa una saggezza minima e basilare: non uccidere, mai, per nessun motivo ed in nessun modo, neanche in senso figurato; non essere violenti. Guardiamo le nostre mani vedendo le nostre ossa, e forse riusciremo a dare importanza a cose più grandi di quelle che girano ogni giorno nel nostro piccolo teschio. Ad esempio io volevo prendermi un Galaxy rateizzato. Perchè non vedo oltre queste futilità? Perchè non punto direttamente all’ I-Phone?

Annunci