Le commesse

di limbranauta

Bruchi felici di diventare farfalle,
ecco le commesse di primo mattino
sfilare intruppate, felici di essere belle.
Fresche di doccia, profumate a dovere,
parlottano svelte, si prendono a spinte,
rimettono in ordine le ciglia finte.
Si godono l’ora di svago, di libertà,
fanno cine, teatro, della loro felicità.
Come sfoggiando un gioiello imprestato
sfruttano al massimo il tempo rubato,
il tempo fugace ma pieno di luce
di quel passeggiare nervoso e veloce.
S’intravvede in realtà qualche poco di amaro
dietro al largo sorriso: le aspetta l’inviso
negozio, ore cupe d’ozio e di noia
che però sfoceranno in un’altra sfilata,
a giornata finita, nel centro affollato
di mille altri commessi, della folla più varia
che in quel parco giochi si gode felice
la breve ora d’aria.

 

12/05/2005

Annunci